SOLO UN CITTADINO INFORMATO E' DAVVERO LIBERO DI DECIDERE

Link Novi Velia

venerdì 13 marzo 2015

Novi Velia: interrogazione n.2 "Zona PIP"

La costruttiva attività politica della Consigliera Giuseppina Speranza non si ferma, difatti, nel tentativo di fare chiarezza, ha protocollato in data 12/03/2015 l'interrogazione n. 2 del suo mandato relativa alla ZONA PIP.

In aggiunta, ha richiesto
l'accesso a tutti gli atti relativi ai locali ubicati in località Ferriera (nei pressi del locale 'O Trappito), al fine di far conoscere a tutta la cittadinanza i motivi per i quali gli stessi non sono ancora stati ultimati.


Inoltre, in data 12/03/2014, insieme alla consigliera Speranza, abbiamo mantenuto la promessa fatta, consegnando alla locale Stazione CC di Vallo Della Lucania l'interrogazione n. 1 relativa ai lavori di Corso Positano e la risposta data dalla Sindaca (Rup/Utc), richiedendo i necessari accertamenti di competenza finalizzati ad identificare, una volta per tutte e definitivamente, eventuali colpevoli o atti omissivi da parte di chicchessia.

Vi terremo costantemente informati.

Affinché domani nessuno possa nascondersi dietro la solita scusa: "non mi facevano capire nulla", "non mi facevano fare le cose che avrei voluto fare", "non mi facevano amministrare", "io non c'entro nulla con tutto quello che è stato fatto o è successo", ricordiamo a tutti i Consiglieri Comunali i loro diritti (ma anche doveri), racchiusi nell'articolo 43 del TUEL 267/2000 e che nessuno potrà limitare, neanche attraverso il copia e incolla di ridicoli Regolamenti tesi a negare un diritto sancito dalla legge. 

Articolo 43 Diritti dei consiglieri

  • 1. I consiglieri comunali e provinciali hanno diritto di iniziativa su ogni questione sottoposta alla deliberazione del consiglio. Hanno inoltre il diritto di chiedere la convocazione del consiglio secondo le modalita' dettate dall'articolo 39,comma 2, e di presentare interrogazioni e mozioni.
  • 2. I consiglieri comunali e provinciali hanno diritto di ottenere dagli uffici, rispettivamente, del comune e della provincia, nonche' dalle loro aziende ed enti dipendenti, tutte le notizie e le informazioni in loro possesso, utili all'espletamento del proprio mandato. Essi sono tenuti al segreto nei casi specificamente determinati dalla legge. 
  • 3. Il sindaco o il presidente della provincia o gli assessori da essi delegati rispondono, entro 30 giorni, alle interrogazioni e ad ogni altra istanza di sindacato ispettivo presentata dai consiglieri. Le modalità della presentazione di tali atti e delle relative risposte sono disciplinate dallo statuto e dal regolamento consiliare. 
  • 4. Lo statuto stabilisce i casi di decadenza per la mancata partecipazione alle sedute e le relative procedure, garantendo il diritto del consigliere a far valere le cause giustificative.

Nessun commento:

Cerca nel blog

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...